Gli anni ’50 e ’60

Gli anni ’50 segnano l’avvento dell’aviazione a getto. L’aeroporto di Caselle, che fino ad allora era stato un campo destinato esclusivamente all’attività militare, venne aperto al traffico civile il 30 luglio 1953 e sei giorni dopo (il 5 agosto 1953) iniziò l’attività commerciale di linea con il volo Torino-Roma operata da un Convair 340 dell’Alitalia. Divenne punto di riferimento per l’aviazione commerciale solo a partire dal 6 marzo 1956 con la costituzione della società di gestione SAGAT. 

01 STORIA

Tutte le attività addestrative e sportive continuarono tuttavia a essere svolte sulle piste dell’Aeritalia.
Con decreto del Presidente della Repubblica n. 643 del 26/5/1959 pubblicato sulla “Gazzetta Ufficiale” n. 291 del 22/8/59 all’Aero Club Torino fu riconosciuta la personalità giuridica.

02 GU AeCTo 1
Nel 1958 l’avv. Giovanni AGNELLI si fece interprete presso la FIAT della necessità di costruire una nuova pista di decollo e dei relativi raccordi. Con delibera del 7 febbraio 1961 la FIAT stanziò la somma di lire 106 milioni per la costruzione della pista “28R-10L” di 1.074 mt. in conglomerato bituminoso, da dare in esercenza all’Aero Club. Venne altresì deliberato (il 9/3/1961), a fronte di uno stanziamento complessivo di lire 84 milioni, di prolungare la pista “30” di ulteriori 500 metri portandola alla lunghezza complessiva di 1.500. Si deliberò infine con un’ulteriore spesa di 20 milioni di ricoprire con un manto bituminoso tutta la pista “30”.

03 NEW 1000 KM
In relazione alla costruzione della nuova pista che doveva essere terminata per il Centenario dell’Unità d’Italia, il responsabile FIAT, ing. Vittorio Bonadè Bottino, in un promemoria datato 7 febbraio 1961 indirizzato al prof. Vittorio Valletta scriveva: “La possibilità di costruire la pista così da averla disponibile per il maggio 1961, in concomitanza con l’inaugurazione delle Manifestazioni per il Centenario, è subordinata all’immediato inizio dei lavori”.
E così fu. La pista venne inaugurata nei tempi previsti con un grandioso raduno aereo.
Nell’ambito delle celebrazioni del centenario dell’Unità d’Italia Torino fu scelta per l’arrivo della 1000 km internazionale organizzata dall’Aero Club d’Italia.
Negli anni a seguire AGNELLI fece insediare gli hangar demaniali (1963), rinnovò completamente la flotta (1964, 1965 e 1968) e sopratutto diede all’Aero Club un impulso e un prestigio impensabili.

04 inaug nuova pista 1028



2018 © Aero Club Torino - Tutti i diritti riservati - CF: 01395280017 - Credits

Privacy Policy Cookie Policy