I protagonisti: Ferruccio Vignoli

Bolognese di nascita (1906-1997), egli approdò nel 1954 all’AERO CLUB TORINO come capo istruttore, referenziato da un incredibile curriculum che da solo basta a descrivere il peso, non solo aeronautico, ma anche umano, del personaggio.

30 Vignoli su Macchi MC 202 2
Conseguì il brevetto di pilotaggio civile (1926) e poi quello di pilota militare (1927) entrando a far parte dapprima del 21° Stormo Ricognizione Aerea, poi della 22a Squadriglia Bombardamento Diurno finché nel 1935, approdato presso l’8a e 9a Squadriglia Africa Orientale, si offrì volontario in missioni di supporto tattico e logistico in Somalia.
Stabilì nel 1937 il Record Mondiale di Durata e Velocità (57 ore e 20 minuti alla velocità media di 231 Km/h misurata su 10.000 Km. su un totale di 12.938 Km percorsi). Per questa impresa venne insignito della medaglia d’argento al valore aeronautico. In quell’anno, tra l’altro, fece la controfigura aeronautica di Amedeo NAZZARI nel film Luciano Serra Pilota (regia di Goffredo ALESSANDRINI e collaborò alla sceneggiatura di Roberto ROSSELLINI).
Nel 1938 entrò a far parte del 28° Gruppo, 18a Squadriglia Oltre Mare “La Cucaracha”, partecipando dapprima alla guerra di Spagna poi, nel 1939, all’occupazione dell’Aeroporto di Tirana (1° velivolo atterrato) e infine l’anno successivo, con un SM.82, al 1° Bombardamento di Gibilterra (Guidonia-Gibilterra-Alicante-Guidonia).

31 bicicletta Vignoli 1924
Nel 1941 col 20° Gruppo Caccia, 151a Sq. “Gatto Nero e Sorci Verdi” partecipò con un velivolo MC.202 alla Campagna di Malta.
Presso il Centro Sperimentale di Guidonia, conseguì nel 1943 l’abilitazione di pilota collaudatore e assunse tale incarico presso la Piaggio (collaudò varie versioni del quadrimotore P.108 e dei velivoli CANT-Z).
Alla fine del ’43 entrò nel 2° Gruppo da Caccia Sq. “Asso di Bastoni” e “Gigi Tre Osei”, partecipando fino alla fine della guerra a varie missioni nel nord Italia su velivoli MC.202, MC.205, Bf.109G. Furono 102 i velivoli nemici abbattuti o seriamente danneggiati dal Gruppo e a lui furono personalmente riconosciuti:

  • Aerei abbattuti: 3 Supermarine Spitfire, 1 Republic P-47 Thunderbolt, 1 Martin B-26 Marauder.
  • Aerei abbattuti in cooperazione: 1 Supermarine Spitfire, 2 Republic P-47 Thunderbolt, 1 North American P-51 Mustang, 1 Curtiss P-40 Hawk.
  • Aerei seriamente danneggiati: 1 Boeing B-17, 1 Consolidated Vultee B-24 Liberator, 1 North American B-25 Mitchell.

Nel dopoguerra, continuò l’attività di pilota collaudatore con il velivolo STOL dell’Aeronautica Umbra ed il velivolo Alaparma “Baldo 75”, finchè nel 1954 dopo aver fatto l’istruttore a Bologna e Lugo di Romagna venne chiamato, sotto la presidenza AGNELLI, a ricoprire l’incarico di Capo pilota istruttore presso l’Aero Club Torino (dove si trasferirà per il resto della sua vita) continuando anche l’attività di collaudatore (Anfibio NARDI FN.333 “Riviera” – Alianti M.100 e M.200 per Alberto e Piero MORELLI – Autogiro BENSEN, primo del genere a volare in Italia – Experimental Evans VP-1 e VP-2).

Riconoscimenti in carriera:

  • 3 Croci di guerra al valore militare (1936, 1937 e 1939).
  • medaglia d’argento al valore aeronautico (1939).
  • 2 medaglie di bronzo al valore militare (1940 e 1942).
  • Medaglia d’argento al valore militare (1955).
  • Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica (1958).
32 Vignoli Autogiro
33 Vignoli


2018 © Aero Club Torino - Tutti i diritti riservati - CF: 01395280017 - Credits

Privacy Policy Cookie Policy